Gli Uomini di Merda: i Truccatissimi

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gli Uomini di Merda: i Truccatissimi

Bene, eccoci arrivati agli uomini di merda di nuovo. Ne abbiamo esaminate varie tipologie, ma mi preme fare un punto anche sulla categoria dei “Truccatissimi”.

Ne conosco più di uno sfortunatamente e per una donna avere accanto qualcuno che si può definire maschio solo perché ha un pisello, è una grande tragedia.
Io sono una di quelle femmine che vivono metà della loro vita in pigiama, e se potessero non se lo toglierebbero mai, ma non quei pigiama di pizzo o di raso, quelli di pile con i pinguini rosa. Già da questo, comprenderete che non mi sarebbe possibile condividere una sola ora con un maschio che prima di andare a letto si strucca e si mette una canotta dieci taglie più piccola della sua e lo slip slancia pacco.

La moda maschile ha dei grossi problemi di coerenza ultimamente; mi capita di vedere uomini che sembrano serpenti: lisci, unti; altri con delle barbe che nascondono reperti di cibo classificabili come fossili, altri ancora hanno quella barba finto-trascurata e poi le sopracciglia ad ali di gabbiano o il petto depilato. Che schifo.
Ma vi pare che la sera, quando finalmente in intimità ci si mette sul divano, il fidanzato si avvicini a voi e vi sussurri “amore, mi fai lo scrub? Ho la fronte lucida e sono ruvido, dai patatina! Magari poi con la pinzetta mi levi due peli, lo so che ti piace”. Se vi piace consiglio la psicoterapia, ma non di coppia, personale, perché tu femmina vorresti tanto avere un bambino e fai finta di nulla, perché un po’ te lo senti che lui è gay, ma non vuoi ammetterlo a te stessa, e tu “maschio” vorresti avere un fidanzato, ma non lo sai.

Si care, sono finiti i tempi in cui il moroso ci aspettava delle ore, quando arrivava con i peli acconciati come gli veniva facile e profumava di deodorante e dopobarba; questa era una dichiarazione d’amore, si era spinto oltre al bidet. Adesso siamo noi che aspettiamo fuori dalla porta del bagno mentre il “ragazzo” si mette il contouring per risaltare lo zigomo e mette la bb cream che fa il viso fresco.  I Truccatissimi profumano come rose appena sbocciate, come la maestra dell’asilo, hanno le gambe più lisce delle nostre e minchia sono guai se ci vedono col rasoio: “ma sei matta? Prima di tutto ti si incarna il pelo e poi ti viene il brufolo, secondo che orrore, poi ti vengono dei peli duri come il legno!”; dentro di te pensi “certo, lo so amore mio gioia bella, io ho già i peli di legno, da anni, non lo sai solo perché ci frequentiamo da poco, e visto che con spavaldaggine mi sgridi su come porto il mio pelo, direi che ci frequenteremo ancora per meno di poco, sia io e te che te e il genere femminile”.

Questa sottospecie di uomini di merda è decisamente destabilizzante per noi. Ci fanno innamorare con la loro dolcezza, la profondità delle loro parole e per il modo in cui riescono a capirci. Ci illudono che al mondo esista un essere di sesso maschile che abbia la minima idea di come ragioni una donna, di cosa le serva per essere felice e compresa (ecco peché li chiamiamo poi uomini di merda).

Lui ci capisce, si, ma col passare del tempo siamo noi che abbiamo una serie problemi d’identità, non ci viene più il ciclo e ci cresce anche il pomo d’adamo, oltre al presentarsi di un fenomeno ancora più strano, ovvero il rigonfiamento di testicoli nuovi di zecca.

Per un breve periodo è bello fare shopping insieme, andare in profumeria a scegliere profumi e creme insieme, poi si passa alla lampada, alle sopracciglia, alla luce pulsata, al trucco tatuato e le iniezioni di botox nelle labbra e nella fronte. Ecco che si supera un limite, quello di come ci dobbiamo depilare, truccare, vestire su consiglio (ordine) del fidanzato, che scandalizzato dalla nostra sciatteria e incompetenza nel campo della cosmetica, decide di non toccarci più, lui dice perché gli fanno schifo i peli superflui, io dico perché sente mancare qualcosa nell’intimità, qualcosa che una donna non possiede.

Non tutti gli uomini di merda Truccatissmi sono gay latenti, infatti ci sono anche quelli che sono solo “Narcisi che se lo credono” e basta, quelli che pensano di essere superfighi, sexy da morire, una roba alla quale nessuna femmina potrebbe resistere, e se ci riesce, o è lesbica o non capisce un cazzo. Basta entrare in una palestra per capire che hanno proprio una visione dell’estetica fuori dai canoni comuni, hanno un codice di stile che li contraddistingue dal resto dei normali maschi, sono tutti uguali. Hanno tutti i capelli tagliati allo stesso modo e vanno  pure dallo stesso parrucchiere, tutti! Hanno delle sopracciglia che sembrano disegnate col tratto pen e neanche un pelo addosso. Sono abbronzatissimi tutto l’anno, anche nei posti più reconditi del corpo. Si chiamano frè o brò, hanno anche tutti gli stessi tatuaggi, lo stesso profumo e deodorante, ovviamente vestiti uguali uno all’altro. La sera si riempono di creme, perché con tutte le lampade che fanno si raggrinziscono e devono inumidirsi regolarmente, vanno dall’estetista un giorno si, l’altro pure, fanno la manicure e la pedicure, perché se poi devono mettere le infradito da un milione di dollari, non lo possono mica fare con i piedi in disordine. Si guardano tra di loro, e si lanciano occhiate di stima, si attraggono a vicenda perché davvero loro si sentono così sexy da far svenire maschi, femmine, chiunque incontrino sul proprio cammino.

Ma ora dico, non avevamo già abbastanza problemi con l’uomo che non deve chiedere mai e quello coniglio? Ma dovevamo anche litigare per chi ha il primer migliore e su che colore di contorno occhi ci serve la mattina? Possibile che non possa depilarmi con un rasoio in pace e d’inverno, non depilarmi proprio? Davvero dobbiamo rimpiangere quei giorni in cui bastava dare un po’ del nostro “amore” ad un uomo due volte al mese per farlo quietare e non dover  più costringerci a farci fighe ogni giorno controvoglia? Mi dispiace uomini di merda Truccatissimi, ma non c’è posto per altri drammi e cosmetici nella vita di una donna. C’è posto per molte altre cose che esulano dall’acetone e dall’acido ialuronico.

A voi, adorabili Truccatissimi, basteranno quattro sedute di psicanalisi per capire che vi piacciono la pelle morbida e il Chanel n5 esattamente quanto vi piacciono i maschi. Per voi “narcisi che ve lo credete”, datevi una calmata, che siete inguardabili e mi ricordate i delfini spiaggiati che devono essere inumiditi col burro di cacao e le pezze per non squamarsi.

Comments

comments

Cosa ne pensi? Rispondi qui!