Persone di merda ignoranti (ovvero ignoranti che non sanno di esserlo)

Quante persone di merda conoscete che sono talmente ignoranti da non sapere di esserlo?

Questo, signori miei, è IL PROBLEMA di questa nuova era: l’era dell’ignoranza non riconosciuta. Dopo le Donne di Merda e gli Uomini di merda, rilancio con una categoria molto più ampia: le persone di merda. Tante troppe persone di merda al mondo. Gli ignoranti che non sanno di esserlo ne fanno parte con onore e oggi, ahimé, sono davvero troppi. Continue reading “Persone di merda ignoranti (ovvero ignoranti che non sanno di esserlo)”

Zecca: la chiamavano così (tratto da una storia vera)

Zecca, questo termine che va così di moda adesso che il centrodestra governa l’Italia e che viene sputato impunemente su qualsiasi persona non la pensi come loro, perché esiste?

Io mi sento dare della zecca almeno 5 volte al giorno.

Per chi non pratica il meraviglioso mondo di Facebook, spiego cosa significa, prima a dizionario, poi in accezione dispregiativa: piccolo animale, parassita di vari mammiferi e dell’uomo, caratterizzato da corpo piatto ricoperto da un tegumento duro e otto zampe pelose. Che bella bestia! Continue reading “Zecca: la chiamavano così (tratto da una storia vera)”

L’abito più importante: risvolti inaspettatamente romantici

L’abito più importante è una gemma nell’armadio di una donna, quel vestito che magari ha indossato una volta sola, ma che significa tutto. Il romanticismo che si materializza in qualcosa che si possa toccare e conservare per sempre.

Oggi, scorrendo tra i post di Facebook, ne ho notato uno, semplice, che forse in una giornata meno impegnativa non avrei nemmeno guardato: una foto, bella, luminosa, con un abito da sposa e la didascalia “l’abito più importante”. Continue reading “L’abito più importante: risvolti inaspettatamente romantici”