Unioni civili: una legge contro la legge

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Unioni civili: una legge contro la legge

Unioni civili, questa volta è stata troppo grossa per me.

Ho già espresso più volte il mio parere sulle coppie omosessuali, sulle adozioni omosessuali e tutto quello che riguardi l’omosessualità, parere personale.

Parlare di legge costituzionale, di diritti fondamentali, è un’altra cosa, non si tratta più di un parere personale. La Costituzione nell’articolo 3 cita: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali “, aggiungendo, porca di una vacca, “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana“.  Costituzione Europea : “Articolo II-61: Dignità umana
La dignità umana è inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata”. “Articolo II-67: Rispetto della vita privata e della vita familiare Ogni persona ha diritto al rispetto della propria vita privata e familiare, del proprio domicilio e delle proprie comunicazioni”; “Articolo II-70: Libertà di pensiero, di coscienza e di religione 1.Ogni persona ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione. Tale diritto include la libertà di cambiare religione o convinzione, così come la libertà di manifestare la propria religione o la propria convinzione individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l’insegnamento, le pratiche e l’osservanza dei riti. 2. Il diritto all’obiezione di coscienza è riconosciuto secondo le leggi nazionali che ne disciplinano l’esercizio” . “Articolo II-81: Non discriminazione 1. E’ vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l’origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l’appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale“. “Articolo II-84: Diritti del minore 1. I minori hanno diritto alla protezione e alle cure necessarie per il loro benessere. Essi possono esprimere liberamente la propria opinione; questa viene presa in considerazione sulle questioni che li riguardano in funzione della loro età e della loro maturità. 2. In tutti gli atti relativi ai minori, siano essi compiuti da autorità pubbliche o da istituzioni private, l’interesse superiore del minore deve essere considerato preminente 3. Il minore ha diritto di intrattenere regolarmente relazioni personali e contatti diretti con i due genitori, salvo qualora ciò sia contrario al suo interesse”.

Non ho altro da aggiungere. Tutto il resto è fuffa, ostruzionismo, razzismo, omofobia, incostituzionalità, contro la legge. Quello che il Parlamento italiano sta facendo è contro la legge.

Le unioni civili sono la base di un paese democratico, non solo per le coppie omosessuali, ma per tutti coloro che desiderano scegliere il proprio futuro senza essere discriminati.

Comments

comments

Cosa ne pensi? Rispondi qui!